Polinesia Francese - > Itinerario

 

POLINESIA FR. 2010


INDICE POLINESIA LE ISOLE ITINERARIO DIARIO DI VIAGGIO EQUIPAGGIO LA BARCA

 

 

Itinerario

 

 

La navigazione si è svolta nei “Mari del Sud” con partenza ed arrivo alla Marina Apooiti di Raiatea. Essa è avvenuta prevalentemente nelle lagune che circondano le isole di Raiatea e Taha’a, Bora Bora e Maupiti. Navigare in laguna è abbastanza difficoltoso, in quanto lo sviluppo corallino non si limita soltanto alla barriera ma anche all’interno della laguna stessa, per cui è bene, oltre naturalmente ad una analisi approfondita delle carte nautiche, ricorrere all’ispezione visiva durante la navigazione nei punti  critici come bassi fondali o quando si entra o si esce dai passe, i canali che mettono in collegamento le lagune con l’oceano aperto. Qui le correnti sono molto forti come anche nei pressi della barriera dove vi è un fortissimo flusso d’acqua dall’esterno all’interno soprattutto al montare delle maree.

 


Visualizza POLINESIA 2010 - BARCA in una mappa di dimensioni maggiori

 

 

Il giorno di arrivo è stato dedicato alla preparazione del viaggio, sistemazione in barca, un catamarano Athena 38 della Pajot di proprietà della Tahiti Yacht Charter, studio della strumentazione e acquisti per la cambusa di bordo. La Marina Apooiti è situata a nord dell'isola di Raiatea.

 

Al 1° giorno di navigazione, il primo tratto di navigazione è stato in direzione E-SE per raggiungere Uturoa, il capoluogo dell'isola per completare la cambusa di bordo. Poi la direzione è stata ad E verso il Passe di       per uscire dalla laguna e navigare in mare aperto in direzione N per poi rientrare nella laguna di Taha'a attraverso il Passe vicino al Motu  Ceran e ormeggiare all'ancora nei pressi della barriera.

Itinerario del 1° giorno

 

Il 2° giorno di navigazione è stata all'interno della laguna di Taha'a a sud dell'isola per raggiungere la Baia di Hurepiti ad O dell'isola dove abbiamo ormeggiato al corpo morto.

Itinerario del 2° giorno

 

Il 3° giorno usciti dalla baia, si naviga in direzione N nella laguna per raggiungere il Motu Tau Tau sul quale vi è uno dei più belli resort della Polinesia Francese, il Taha’a Island Resort & SPA della catena Relais & Chateaux. Nei pressi del Motu Tau Tau vi sono altri 2 piccoli motu, tra i quali c'è stato il primo vero bagno tra i coralli. Poi tornati a S per uscire dalla laguna attraverso il passe situato nei pressi della Baia di Hurepiti e quindi puntare in direzione N-O verso l'isola di Bora Bora tutta circondata dalla laguna, per entrare nella quale vi è un unico passe situato ad O dell'isola. Vi arriviamo al tramonto, per cui facciamo fatica ad entrare e a trovare l'allineamento con le segnalazioni degli ormeggi vicino alla capitale Vaitape. L'ormeggio al corpo morto è veramente difficoltoso nel buio della sera, in quanto a quelle latitudini nel giro di 15 minuti si passa dal giorno alla notte completa.

Itinerario del 3° giorno

 

Al 4° giorno, caliamo il tender per raggiungere Vaitape, acquistare un po' di viveri. Quindi tornati a bordo raggiungiamo la Baia Povay nella laguna di S-O, dove ormeggiamo ad un corpo morto nei pressi del ristorante Bloody Mary. Bagno nel primo Jardin de corail.

Itinerario del 4° giorno

 

Al 5° giorno la navigazione prevede, dopo una sosta a Vaitape, il percorso di tutta la laguna verso N poi a E poi a S per raggiungere la parte opposta dell'isola nei pressi della Penisola di Matira. L'ormeggio alle cinque del pomeriggio è tra il Motu Piti Uu'Uta e il Motu Piti Uu. La navigazione è stata molto perigliosa in quanto le formazioni coralline hanno creato dei canali che terminano direttamente sui coralli. Presso uno di questi tocchiamo un banco di coralli senza danni. Grazie ai segnali triangolare neri e gialli riusciamo a raggiungere la meta, dove vi è il Jardin de corail più bello di tutto il viaggio.

Itinerario del 5° giorno

 

Il 6° giorno si parte alle 6 della mattina per raggiungere lo Yacht Club di Bora Bora per vedere la finale di Champions League tra Inter e Bayern. Alle 8,30 siamo al Club, ma il televisore è out, pertanto si naviga fino a Vaitape, dove vediamo la partita all'Aloe Café. Nel percorso tocchiamo i coralli ancora una volta e per poco rischiamo di incagliarci. Dopo la partita si esce dal passe e puntiamo verso O-NO alla volta di Maupiti. Arriviamo al tramonto all'unico passe di accesso, il canale Onoiau, che percorriamo con grande preoccupazione perché nel frattempo è calato il buio. Ormeggiamo all'ancora nella vastissima laguna e facciamo il bagno sotto i raggi della luna piena.

Itinerario del 6° giorno

 

Il 7° giorno dopo un bagno e un percorso a zig zag nella parte non idrografata, ormeggiamo ad un piccolo molo di Vaiea, la capitale. Giro in bici dell'isola, poi con la barca torniamo al centro della laguna, bagno, pranzo, poi usciamo dal canale per raggiungere in notturna Taha'a, dove arriviamo alle 2 di notte ormeggiando nella Baia di Hurepiti.

Tour di Maupiti in bici

Itinerario del 7° giorno

 

L'8° giorno scendiamo a terra per il “Vanilla Tour”, poi tornati alla barca, si parte per ancorarci vicino al passe di fronte la Baia, bagno poi andiamo alla Baia di Apu per la notte al corpo morto. Notte molto piovosa.

"Vanilla Tour"

Itinerario del 8° giorno

 

Il 9° giorno torniamo al punto di ormeggio vicino al passe, bagno, incontro con lo squalo pinna bianca, poi navigazione per la Marina di Apooiti, dove ormeggiamo fuori per i controlli e poi all'interno per la consegna del catamarano.

Itinerario del 9° giorno

 

In aereo raggiungiamo Tahiti (via Bora Bora) dove alloggiamo alla Pension de la Plage a Punaauia. Il 1° giorno a Tahiti è dedicato completamente alla visita di Papeete e allo shopping. Il 2° giorno con auto a noleggio percorriamo la costa est dal Musée de Tahiti et des îles fino al Museo Paul Gauguin. Il 3° giorno percorriamo la costa ovest tornando per la costa est pertanto facendo il periplo dell'isola (Tahiti Nui) ad eccezione di Tahiti Iti, la penisola.

Itinerario del 1° giorno a Tahiti

Itinerario del 2° giorno a Tahiti

Itinerario del 3° giorno a Tahiti

Volo di ritorno via Los Angeles e Philadelphia, dove trascorriamo 12 ore. Visitiamo il centro con i musei dell'indipendenza americana, poi raggiungiamo il Fiume Delaware, quindi le ultime vestigia coloniali della zona attorno alla Elfreth's Alley.

Ritorno a Venezia

 

 

INDICE POLINESIA LE ISOLE ITINERARIO DIARIO DI VIAGGIO EQUIPAGGIO LA BARCA